Crea sito

 trieste logo

 

Creative Commons License
triestestoria ® is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.

 

FONTANE (& pozzi)

fontane triestestorianonostante ciò che si potrebbe pensare, alla città non mancava l'acqua, vari e numerosi erano i pozzi (chiamati allora fontane) anche nei posti più impensabili ancora oggi, è mia ipotesi, che trattasi di qualche ramo del Timavo che nel suo percorso devia verso la città e darebbe origine a tutta una serie di torrenti che ormai non vedete più in quanto coperti intubati e utilizzati dalla nostra beneamata (?) azienda dell'acqua per lo scolo dei liquami, con la conseguente perdita di flora, vegetazione spontanea, animali selvatici ... ma non preoccupatevi ... è per il vostro bene

piccola precisazione polemica : l'ente cittadino che è preposto alla cura delle fontane ornamentali della città, per curarle meglio, d'estate le chiude, o lascia un rigagnolo a sgorgare, non ci è dato sapere il perchè di questa parsimonia, anche in tempi grassi, ma sia gli uccelli, che i vecchi cittadini e i turisti, non ne sono molto contenti, nonostante lunghe mie lettere di protesta, i signori hanno alzato le spalle e ....... tutto come prima ... vedete un po' voi

immagine a lato : fontanella tipica presente a Trieste, funzionava con la pressione di un bottone in ferro a terra, alcune avevano anche un paravento in ferro

LEGENDA :

B/M = banco del maleficio
L/C = libri dei Camerari

dalle leggi statutarie di Tergeste :

..... purgare sive magna extra ianua Riburgi [Statuti di Trieste 1318 - p.163v - n° 15]
1323 – riparare la “fonte parva” di Cavana presso torre comunale [addizione Statuto 1318]
1326 – riparare la fonte in Rena posta sotto casa del D.no Mathey Baiardi [addizione Statuto 1318]
1327- ordine di fare una ..... sive al Lazzaretto ext. porta Riborgo [Statuti Trieste 1318- p. 123 bis - n° 48]

fontane triestestoria
1327 - addizione statuto - quelli della contrata cavana devono fare fonte detta " çigogna " fuori la porta di cavana ... [p. 123 bis, n° 48]

fontane triestestoria
1332 - addizione statuto - ordine di pulire le due fonti " magne " che sono fuori della porta di Riborgo ......

1332 – si debbano fare 4 putei, uno per quarterio [addizione Statuto 1318]

1337, add. n° 39 - quelli di contr. Castelli devono fare un pozzo in contr. Barbachani con grandi pietre come quello di mare in Capo di Piazza {Statuti TS 1318, p. 168}

 

in moltissimi casi, nei documenti comunali, si certifica la pulizia di tutte le fontane, ma senza specificare

de la ZONTA - fontis JUNCTE

le fontane della Zonta, nel 1500, erano diverse ed in diversi luoghi ! - per certo una fuori porta Riborgo e una fuori porta Cavana come troviamo scritto nei Libri contabili dei Camerari che riportano le spese sostenute per riparazioni, puliture ecc .... - 
- la fontana della Zonta di Riborgo, in verità era fuori della cerchia murata della città, è quella che spesso appare nelle stampe cittadine anteriori al 1720, nei pressi dei cavedini delle saline, quella di Cavana invece nonostante varie siano le menzioni, non ho trovato dove fosse localizzata, penso nei pressi dell'odierna v. della Valle, dove si interrompeva l'antico acquedotto romano, ma certamente la più famosa, anche perchè rimasta in vita sino alla fine dell'800, era quella a lato della contrada del torrente (oggi Carducci) e di cui ci è rimasto il toponimo a ricordo, il sito su cui era posizionata, ora è base di un caseggiato, ma forse sotto qualche traccia è ancora visibile

 fontana zonta   fontana zonta

30/8/1384 - pagati ai maestri che murarono? Fonte Junte [L/C]

11/9/1401 - paga a Tristano Burlo che riparò il corniglo di fontane Juncte [L/C]

1435 - paga per il pane dato a quelli che pulirono la fontana della Zonta [L/C]

26/9/1507 - paga a quello che ..conza li cornigi zoe uno la dela fontana de la zonta e doj li dela fontana dele peze [L/C]

1509 - pagati gli uomini che portarono 60 sassi per la fontana dela Zonta [L/C]

7/9/1514 - paga a Battista mugnaio che pulì la fontana [L/C]

1529 - pagati gli uomini che lavorarono alle pietre dei canali della fontana [L/C]

1530 - il comune tassa gli ebrei per pagare la pulizia della fontana [L/C]

3/6/1540 - netado la fontana dela çonta [L/C]

1542 - pulita [L/C]

14/8/1544 - pulita [L/C]

1554 - per conzar lo pont.e al fontana dilla Zonta [L/C]

1559 - pagate le spese fatte dagli uomini che pulirono la fontana [L/C]

19/9/1560 - pagate le donne che pulirono la fontana della Zonta de Cavana [L/C]

1561 - pagati i 5 uomini che pulirono la fontana della Zonta [L/C]

1562 - pagato il pane dato a quelli che pulirono la fontana della Zonta - messi dei sassi [L/C]

3/9/1564 - 1561 - pagato il pane e vino dato a quelli che pulirono la fontana della Zonta [L/C]

1572 - lavori alla fontana della Zonta a Cavana [L/C]

1580 - lavori alla fontana della Zonta [L/C]

1583 - lavori alla fontana della Zonta in Cavana [L/C]

1585 - .. per far nettar la fontana de Riborgo detta Zonta ...-...per far nettar la fontana della Zonta de Cavana ..[L/C]

1586 - pulita la fontana della Zonta [L/C] - per netar la fontana della Gionta [L/C]

1590 - paga per far netar la fontana della Zonta di Riborgo [L/C]

1590 - paga per tanta spesa fatta per netar la fontana della Gionta di Cavana [L/C]

1591 - pagato per far nettar le fontane delle Zonte [L/C]

1593 - riparato un pezzo di muro alla fontana della Zonta in Riborgo [L/C]

1594 - pagato per netar le fontane della Zonta quella de Riborgo et quella de Cavana [L/C-quietanze]

1595 - paga a ser Antoni Peterlino per aver conzato la fontana della Zonta fuori de Riborgo [L/C]

1599 - grosse spese per fontana della Zonta di Cavana [L/C]

1602 - pagata la pulizia della fontana della Zonta de Riborgo [L/C]

sett. 1603 - pagati i travi per un ponte alla fontana della Zonta [L/C]

1637 - pulite le fontane della Zonta [L/C]

14/6/1754 - ritrovata una bambina annegata nella fontana della Zonta [doc. di Cassa 14D 6]

22 ag. 1822 - per la siccità, si contano 397 donne in fila per l’acqua [Jenner]

- secondo il Tribel nella sua "passeggiata storica per Trieste", nel 1822 venne scavato il fontanone Porcia detto della Zonta, in antico detto di s. Niceforo restaurata nel 1822 e nel 1883 (Generini)

16/1/1889 - si decide la demolizione della fontana [Tribel]

 

putei maris - pozzo del mare

antichissimo pozzo già presente nei documenti del 1300 [Statuti 1318 - rub. 115 - p. 99v] raccoglieva acqua salmastra, così pare, nel 1784 venne tutto smantellato e coperto con una larga lastra di pietra movibile (che dovrebbe essere ancora presente sotto l'asfalto), si trovavano all'incirca dove oggi c'è una casetta di un fabbrica chiavi a lato del palazzo comunale

dal Mainati:Il pozzo del mare il quale esisteva in fondo alla piazza grande, era costituito da due urne in pietra che serviva per abbeverare i cavalli uno aveva la seguente iscrizione:

fontane triestestoria

Baburiae - Plotiae

Tai Q nis . Plotianus . et

Juliane .Matri .Karissimae 

era anche detto "dei cavalli", era d'uso infatti venisse usato come abbeveratoio, l'acqua era dolce ma mescolata all'acqua salmastra del mare che si insinuava fin sotto Cavana

per le note, vd. pag. ; toponomastica > P

luglio 1540 - il comune paga per la pulizia del ...poço de li cavalli...[L/C]

1779 - coperto il pozzo detto del mare per ordine della Commissione Economica

immagine : e' tratta dal libro dell'Ireneo della Croce, si evice chiaramente che si doveva trattare di arche funerarie, le scritte tra le due fonti si discostano notevolmente, ma potrebbe trattarsi di lato A e B della stessa arca - nei vari lavori di sbancamento per erigere case sia in citta' vecchia ma anche in quella nuova, furono numerosi i ritrovamenti di queste arche in pietra, molte andarono distrutte o usate come materiale, purtroppo succede ancora oggi

 

putei balnei - pozzo bianco

antichissimo pozzo già noto nel 1300 [beni del Capitolo 2D2 - p. 23], era di acqua dolce, vi ricordo che stiamo parlando di Cavana, che oltre a essere a livello del mare, a quel tempo era un metro e mezzo piu' bassa,sino al 1500 lo troviamo con la dicitura "putei balnei", poi muta in "putei albi", nella via che ebbe questo nome, c'era la casa dei Burlo, dei Rubeis, di alcuni Bonomo, dei Zuiletto, degli Ottobono, dei Zovenzoni, Mirissa, Blagusich, Endem. - anche questa via è ormai scomparsa, deve il nome ad un antichissimo pozzo di pietra bianca del Carso che aveva inciso il simbolo della città, di questo manufatto abbiamo notizia già nel 1300 (oggi il pozzo e la sua corona sono scomparsi!)

Puteum balnei = luglio 1332 lavori {L/C}

Puteum balneis = 11/9/1352 pulito {L/C}

puteu balnei = pulito [L/C]

Puteu balnei = 17/7/1384 fù purgato {L/C}

pozo de bagnio = 20/6/1426 pagati 6 uomini che lo pulirono {L/C}

19/2/1514 - taverna in contrada Gusioni apud puteo albo [B/M-19]

1533 - spesa per 2000 piere (L/C)NB : non doveva essere tanto piccolo !

1541 - grisato attorno (L/C)

1580 - fatta la grisa al ... (L/C)

1584 - fatta la grisa (L/C)

1603 - netado (L/C) 1611 e 1615 il comune paga la spesa della pulitura del pozzo biancho [L/C]

 

pucidelli-vidaluz

altro nome della piazza vecchia, dovuto proprio ad un pozzo che lì si trovava, già citato nel 1300 [Vicedomini 8] ma del quale nel tempo se ne perde la traccia, lasciando però il nome ancora nel 1500 - nel 1645 una nota lo riesuma e lo trasforma nel "pozo de Vidaluz" [Vicedomini 92]

ott. 1401- lavori al puteo Pucidelli [L/C]

 

JEPA

iniziamo subito a sfatare una leggenda, jepa o gepa in dialetto non ha niente a che vedere con particolarita' di un torrente, ma deriva dal nome di Jepa (abbr. di Giuseppa) de Zucaglo (vd. pg. famiglie > J), che alla meta' del 1300, possedeva terreni mei pressi dell'odierna via, la fontana e' citata gia' nei primi anni del 1300 per tutta una serie di lavori, e la ritroviamo ancora nel 1572, era esterna alle mura cittadine, e si doveva trovare all'incirca nei pressi della (oggi) piazza Oberdan

fontana della Geppa – viene ricordata col nome di s. Niceforo martire (1° vescovo di Pedena?) [Biografia degli uomini distinti dell'Istria, del can° Pietro Stancovich] e se fosse per l’imp. romano d’oriente (802/11)?

1332 - pulita la fonte domine Geppe - 13/8 çepi [L/C]

14/7/1384 - paga a 4 uomini che purgarono Fontana D.na Jepa [L/C]

15/9/1401 - eseguiti dei lavori [L/C]

6/8/1406 - pagati soldi 20 a due uomini che purgarono Fonte D.ne Jepe [L/C]

16/6/1540 - paga per aver porta piera et conza lo muro dela fontana de la Jepa [L/C]

1545 - pagato l'uomo che fece il telaio per la catena alla fontana de la Jepa [L/C]

8/10/1547- fonte de la Jeppa ovvero de la Zonta- processo per minacce nei suoi pressi [B/M 23]

1561 - pagato il pane dato a quelli che pulirono la fontana della Jepa [L/C]

1574 - pagata la pulizia della fontana della Jeppa [L/C]

 

a san tana

10/7/1461 - si lavora per far fontana [L/C] - indubbiamente si tratta della zona chiamata s. Anna, ma esattamente dove, non saprei

 

peciarum - de le peze

in Cavana, fuori le mura cittadine, una nota del 1591 e 92 ci racconta che lì si usava lavare i panni, ancora citata nel 1607

NB : credevo potesse trattarsi della stessa prima chiamata della zonta e che poi mutasse la denominazione, ma vd. 1507 - inoltre nel 1607 altra nota ci dice che anche nella fontana di Riborgo si usava lavare

10/4/1384 - peciarum : viene asciugata per eseguire dei lavori [L/C]

1497 - lavori alla strada della fontana delle Peze che venne rotta dalla mareggiata [L/C]

3/8/1500 - pagato il pane dato a quelli che mondoreno la fontana de le Peçe pani 44 [L/C]

26/9/1507 - paga a quello che ..conza li cornigi zoe uno la dela fontana de la zonta e doj li dela fontana dele peze [L/C]

28/4/1525 - pagati certi furlani hanno cavado le fontana de le peze de Cavana [L/C]

1536 - viene pulita [L/C]

giu/lug 1540 - ...dove bevi li cavalli ala fontana de le Pece - netado quel foso che in la /..apreso la fontana dele Pece [L/C]

1545 - pulita [L/C]

1569 - pagato l'uomo che lavorò 3 giorni alla fontana, che l'acqua arrivava in strada [L/C]

1573 - lavori alla fontana dele Pece [L/C]

1577 - paga a Michel Bonaza et compagni per haver netado la fontana dele Peze de Cavana [L/C]

1585 - pulita la fontana delle pezze de Cavana [L/C]

1590 - pulita la fontana dele Peze [L/C]

1594 - pulita la fontana dele Peze de Cavana [L/C - quietanze]

 

c. del fontanone

 

fontane trieste

fuori le mura di Cavana, darà anche il nome ad una via (oggi : via del bastione), nononstante il Jenner ci dica che venne eretta nel 1560, nel 1538 viene già menzionata, 1572 nuovamente. Secondo il Cratey, era un recipiente che raccoglieva l'acqua sotterranea, venne rinnovato nel 1840 da Gennaro de Fecondo, poi venne costruito sopra un casamento (NB : la casa, da poco restaurata, potrebbe ancora avere nel sottoscala l'accesso al pozzo)

 

e' ipotesi che ricevesse l'acqua dall'antico acquedotto romano che da quelle parti passava, infatti in v. della valle, ne vennero ritrovati i resti, cio' pero' porterebbe a farci pensare che parte della costruzione fosse ancora funzionale, cosa di cui dubito molto, penso invece si tratti dell'acqua del torrentello s. Michele che nel medioevo scorreva nel fossato delle mura perimetrali cittadine 

 

piazzetta TRAUNER

trauner

nella piazzetta, detta dei Trauner, oggi totalmente demolita, esisteva un antico pozzo, il sottoscritto lo vide prima dei disastri durante i lavori del piano Urban, che ci hanno fatto sparire reperti secolari (memento finestra bifora)

1580 - lavori al pozzo Trauner [L/C]

 

in piazza Hortis

nel 1813 con la demolizione dei chiostri antichi del monastero di s. Francesco e con la nascita della p.zza poi nominata Hortis (fù Lipsia), rimase nello spazio libero, un antichissimo pozzo di acqua potabile [G. Agapito] faceva parte dell'antico monastero

NB: dove sia finito ora, chi lo sa?
vd. pag. "chiese" - s. Antonio vecchio

 

androna del pozzo

in androna "del pozzo" dietro il palazzo comunale, laterale della contrada della muda vecchia : c'era un antico pozzo, nel 1742 certa Orsola serva di Vipacco gettò dentro un figlio illegittimo, processata venne poi decapitata (?) sulla piazza [Generini]

 

 

fontane triestestoria corona da pozzo oggi presente presso la cattedrale di s. Giusto, ai suoi lati il simbolo araldico del vescovo di Trieste (1424/41) Marino de Cernotis, ha incisa la data 1426

pozzo interno del castello di s. Giusto, anni fa venne esplorato e sul fondo vennero ritrovati manufatti e resti di armi antiche (vd. libro : i sotterranei di Trieste)

lug 1540 - paga a quelli che ano mondato lo poço del castel [L/C]

fontane triestestoria
fontane triestestoria corona da pozzo presente sotto la torre detta Cucherna 
antica corona da pozzo semplice, non abbiamo notizie in merito, ma forse in uso al tempo dei torchi per la spremitura delle olive proprio li' vicino fontane triestestoria
fontane triestestoria corona da pozzo con dedica al conte Carlo Zinzendorf, Governatore di Trieste nel 1776/7, potrebbe abbellire qualche angolo della citta', non vi sembra ?

 

 

4 continenti

in piazza Grande, ora dell'Unità - del 1751, opera del Mazzoleni - ha iscrizione che dice [Girolamo Agapito] :

Medio . hoc . saeculo - Franc . I et . M . Theresia . regnantibus - Cura . Rudolphi . S. R. I. Comitis a. Cotek - Aearii . publici . regendorumq . commercio rum praesidis - Sub . Praefectura . Comitis . Nicolai . ab . Hamilton - Urbis . Tergestis . incrementa . ab . ipsis . inchoata . sunt - Rerum . omnium . elementis . ignis . coltu . vicinae . silvae . copiosior - Aer . expletione . salinarum . purior . factus - Terra . fundo . SS. Marthyrum . aucta - Aqua . scaturigine . montium . ad. hunc . fontem . ducta . fuit

dalla parte opposta :
Civium . advenarumq . commodo - Fontem . hunc . perennis . aquae - Augustae . munificentia . deductae - Publico . aere . posuit . A. S. MDCCLI

purtroppo oggi le scritte avrebbero bisogno di un restauro, ma nessuno se ne cura

1752 - serie di provette per iscrizioni sulla fontana [alfa B20]

30/7/1769 - per l’inaugurazione del Lazzaretto s.ta Teresa getta vino bianco e rosso (L.Grassi) 1770 - paga al decoratore della fontana in piazza per le feste per il nuovo Lazzaretto [3D1 - Procuratori Generali]

1926 - restaurata la fontana nel 1938, per fare posto al grandioso palco per la visita di Mussolini che da lì emanera' le fatidiche leggi razziali, verra' spostata.

2000/1- viene spostata nel sito originale di fronte alla Loggia e restaurata - il canaletto che la circondava, viene poi coperto

 

NETTUNO

eretta nel 1752 in p.zza della Borsa ad opera del Mazzoleni, nel 1920 viene spostata in p.zza Venezia, ora smontata aspettiamo impazienti la sua ricollocazione nel sito originale della piazza della Borsa

inverno 2010 - la fontana e' nuovamente riposta in piazza della Borsa

 fontana nettuno trieste  fontane triestestoria

fontane triestestoria
27agosto 2015 - dato che la mamma degli imbecilli e' sempre incinta .... di notte viene spezzata la colonnina esterna alla fontana, per fortuna grazie ad una donazione, verra' ricostruita.

 

PONTEROSSO

eretta dal Mazzoleni nel 1753
era detta anche .. de Giovanin in quanto l'acqua proviene dall'acquedotto di s. Giovanni - il putto in cima alla fontana viene collocato molto dopo, forse attorno al 1913 [L. Grassi]??
- vd su iscrizioni ,prove per fontana 4 continenti,1752 (a.d. alfaB20)
- 25/7/1761, editto contro vandalismi alla fontana (21D3)
- nov. 2010 - qualche imbecille (la loro madre e' sempre incinta) ha asportato le mani del putto, spero solo che non sia un triestino, sarebbe 2 volte imbecille !
in costruzione

 fontana ponterosso trieste

 

ceffi sul canale

sono le due facce che dalla cima del Canale del Ponterosso scaricano l'acqua proveniente dal torrente Staribrek, è pensabile che siano datate 1754 al tempo dello scavo del canale stesso, dopo l'interramento della parte alta, vennero spostate più avanti, servivano al carico dell'acqua delle navi ormeggiate

 

in Pozacchera

antichissima via ora scomparsa, andava dalla via di Riborgo (oggi del teatro romano) sino alla via di Rena (Donota)quando un intero rione cittadino, copriva interamente i resti del teatro romano. Sarebbe davvero interessante scoprire da dove giungesse l'acqua in questo sito, visto che sotto c'erano i resti del teatro, che ci sia una vena d'acqua sotto Donota ?

 

POZZO d' AMORE : era un pozzo che si trovava in un androna della via di Pozzacchera (sopra il teatro romano), era credenza che chi la bevesse si innamorasse perdutamente [Generini]

 

fontane trieste
parte di fontana che si trovava in Pozzacchera

fontane trieste altra fontana che si trovava nella contrada della Pazacchera, ora visibile all'orto lapidario

 

fontanoni

19/8/1822 - in pzza Hortis e b.go franceschino, si scavano 2 fontanoni [Jenner]

 

p.zza Casarma

p.zza Dalmazia, allora piazza casarma-lavatoio, fontanone eretto nel 1851, viene poi demolito nel 1923 nella costruzione del palazzo SAIMA

 fontanone trieste

 

in p.zza Garibaldi (fù stranga/barriera)

eretta dallo scultore triestino Giov. Depaul, alcuni scrittori dicono che fosse destinata alla piazza Puecher che pero' aveva gia' fontana. Nei primi del 1900 vennero levati i fanali a gas e messa la corrente elettrica, attorno al 1940 vennero fatte altre modifiche. Durante il governo militare alleato, la fontana venne completamente restaurata. [L. Grassi]

del 1859,restaurata nei primi del ‘900, poi nel 1940, e ancora nel 1999 

fontane trieste  fontane trieste

 

palazzo del Lloyd

triestestoria.altervista
sono 2 (Leucotea e Urania, dee tutelari), una di acqua marina, l’atra dolce:
alle 2 di notte del 20/2/1885, giunge per il Corso, tirata da 4 buoi e 20 operai, la statua in marmo d’Istria alta m 3 1/4 (dolce) - l’altra al porto la notte del 16/4 su un carro, [A. Tribel]

purtroppo da molti anni non gettano più acqua, vi è stato un breve periodo (alcuni mesi) che dopo il restauro del palazzo ripresero a funzionare, ma come sempre, le belle cose durano poco, ora sono perennemente a secco.

 

dei TRITONI

in p.zza Vittorio Veneto, fù delle Poste - eretta nel 1898 al posto dell'antico fontanone che diventerà la vedetta Alice (vd. sotto)- realizzatore scultore Carl Schrantz [L. Grassi]

questa spettacolare fontana, quando l'invio dell'acqua e' aperto (quasi mai, il perche' chiedetelo all'ACEGAS) offre uno scenario unico tra tutte le fontane cittadine

fontane trieste fontane trieste

 

dei mascheroni

inizio del viale oggi XX settembre (ex Aquedotto), opera dell'arch. Celli, le mascere riprodotte si rifarebbero a quelle delle tragedie greche, il motivo dovrebbe ricercarsi nella presenza nello stesso viale del teatro politeama Rossetti (vd. pg. teatri).

fontane trieste 

 

pozzi e fontane vari citati nei documenti comunali :

la quasi totalità dei citati, non sappiamo precisamente dove fossero, ma cercando le tracce, occultati, nascosti, ricoperti, dovrebbero ancora esser presenti, come noterete, i pozzi di acqua dolce nella città vecchia erano numerosi, forse alimentati da falde sotterranee

 

1337 - stima di casa in c. Riborgo presso curie Putei novi (notai extimatori - 1)- ancora citato nel 1388


1353 - riparato puteo in c. Rivole [2D48-Benefici del Capitolo]


1372 - i veneziani dopo aver occupato la città, demoliscono l'antico palazzo vescovile e il convento della Cella, quest'ultimo aveva nel suo comprensorio 3 pozzi [in Senato mixti - vol 33 - Venezia]


3/11/1383 - paga a 2 uomini che ripararono puteo estra janua Riborgo [L/C]


29/9/1401 - paga a quelli che ripararono puteo Riborgo [L/C] - messe delle travi

16/4/1436 - paga a quelli che netandi Puteu Riburgi [L/C]

1523 - pagato quello che pulì la fontana de Riborgo [L/C]

1585 - paga per haver conzato il pozzo di Riborgo ..[L/C]

1572 - lavori alla fontana di Riborgo [L/C]

1589 - pulita la fontana [L/C]

1592 - pulita la fontana [L/C]

1604 - riparato il muro della fontana di Riborgo [L/C] - pulito il pozzo di Riborgo [L/C]

vd. anche Zonta


17/10/1401 - paga a quelli che lavorarono grixa presso putei S. Silvestri [L/C]


1/6/1426 - pagato l'uomo che ha pulito la fontana della Fornaxa, e quelli che caricarono creta e pietre alla fontana [L/C]


1465 - casa in c. Castelli sive Piranele e puteo [V. 37]


19/3/1514 = in c. Cavana acqua a puteo domo scole com.{alfaE1-Malefici 19}
1534 - ..monda quello della scuola in Cavana [L/C]


1576 - pozzo dei savi [L/C]


1540 - mondado il pozzo davanti santo Justo [L/C]
4/10/1773, in braida sotto il castello c’è un pozzo detto di s. Giusto {16A 3/3}


luglio 1540 - il comune paga ..per bote. 2. per conçar le fontane in Baldarivo [L/C]

1558 - pagato un secchio messo alla fontana de Baldarjvo [L/C]

1561 - pagato il pane dato a quelli che pulirono la fontana de Baldarivo[L/C]

1571 - messo un grande secchio alla fontana di Baldarido (?) [L/C]

1572 - lavori alla fontana di Baldarido [L/C]


1557 - paga a Justo de Matthiolo per haver conzada la fontana in s.to Andrea [L/C]


via Crosada : ormai scomparsa a causa delle demolizioni per il piano Urban, aveva un antico pozzo pubblico

in via Crosada n°2, aveva sopra impresso “A.F. 1458” (Antonello Francol) con alabarda scolpita (Tribel-Generini)

via pozzo di Crosada - deve il nome ad un pozzo pubblico del 1746, era chiuso in una cantina dello stabile n° 230, ang. v. delle Mura (Trampus)


1616 - paga a quelli che hanno fatto la fontana sopra il monte .... (S. Vito) [L/C]


via dei Capitelli - nel cortile della casa n° 209 (nel 1775 di Gabriele de Marenzi) c'era un pozzo (Tribel)


Gesuiti - nel cortile del Collegio il pozzo ha 17m acqua perenne (Tribel)


in androna Marinellis: (lat. v. Crosada) esisteva in questa via un antico pozzo con lo stemma dei Cigotti e la data del 1606 [A. Tribel-una passeggiata per Trieste- 1844/6 ]


1679 - viene ornato il pozzo interno, alla chiesa dei ss. Martiri (Tribel)


in androna dei pozzi : ce n'erano 2, presenti fino ai primi anni del 1800 [Generini]


2/11/1836 - si suicida gettandosi nel pozzo della Stranga vecchia, Annetta Bartinello [Kert]

 

 

 

<< BACK AGENDA  D-F
fontane triestestoria