logo triestestoria

Creative Commons License

triestestoria is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

 

della TORRE - TORRIANI - THURN

TORRE E TASSO E VALVASSINA - THURN und TAXIS

 

 

della Torre

originari della Borgogna, poi confinati in lombardia, per matrimonio diventano conti di Valvasina (con arma un leone) - altri poi con l’antica arma (torre rossa in campo bianco)[Francesco Sansovino- della origine et de fatti delle fam. illustri d’Italia - 1609] www.triestestoria

Nobile fam. lombarda, che resse la signoria di Milano con Martino, Filippo, Napoleone dal 1259 al 1277, quando quest’ultimo venne sconfitto a Desio dai sostenitori dei Visconti. Rifugiatisi in Friuli presso il Patriarca di Aquileia Raimondo (1273-99), i Torriani rientrarono a MI con Guido che strappo la Signoria a Matteo Visconti nel 1302. Scacciati dalla città nel 1311 da Enrico VII° non vi fecero più ritorno

della TORRE: già del TORRE; fam. residente a Cividale del Friuli, di origine lombarda, vennero a stabilirsi a Udine e poi a Cividale, si hanno notizie già dal 1248, e risultano possessori di beni a Corte di Presento - ricordare, Filippo vescovo di Adria (1657-1717) - si dividono in 2 rami con la stessa arma ; d’oro alla testa di grifo di rosso strappata [ Albo d’oro delle famiglie nobili e notabili europee, L: Guelfi Camajani, FI 1992]

conti di Valvassina ascritti al nobile Cons. di Gorizia e altre città d’Italia, nel 1610 aggregata all’ ordine Patrizio dei Senatori di Roma - arma: d’argento alla torre merlata di rosso accostata da 2 gigli d’oro con un crescente dello stesso posto in capo

immagine a lato : lastra tombale della cattedrale di s. Giusto a Trieste

[A1] = [atti della cancelleria dei patriarchi di Aquileia - deputazione storia patria per il Friuli- UD 1983]

[ALM] = 1821 - almanacco per le provincie soggette all'imp. Regio di VE del regno lombardo-Veneto

[A.T.] = Archeografo Triestino

[B1] = [Marin Sanudo - i diarii - Venezia]

[B/M] = banco del maleficio (processi)

[L/C] = libri dei Camerari di Trieste

V. = libri dei vicedomini di Trieste

 


Raimondo- 4/8/1273 (milanese e vescovo di Como) eletto Patriarca entra ad UD, accompagnato da Gottfredo della Torre e altri nobili [Jacopo Valvasone, successi della patria del Friuli, 1823] - 22/2/1290 ancora Patriarca [A1]- muore nel febb. 1299

triestestoria.altervista
Aquileia : cappella dei Torriani, sepolcro del Patriarca Raimondo

Gofredo di Ermano ; 1275 marchese d’Istria/ 1287 marchese [A.T -v.2°-1870/1] - Goffredo- 1277/87 Marchese d’Istria [Codice dipl. istr.]

Martino : 18/4/1291 il Patriarca Raimondo gli concede la gastaldia di Soffumbergo [A1]

Alamannino : 7/9/1291 Capitano a Gemona [A1]

Vincinerio : 18/4/1291 il Patriarca Raimondo gli concede la gastaldia di Manzano per 1 anno [A1]

Villano fili Gotofredo : 21/1/1292 Podestà a Sacile [A1]

Manfredo : 26/4/1292 pievano di Stain + 20/7/1295 arcivescovo di Cividale [A1]

Raimondino : 7/8/1293 Podestà a Marano [A1]

Gastone (Castone?) : 29/8/1295 canonico aquileia- 13/4/1296 il Patriarca Raimondo lo conferma canonico di Cividale [A1]

Guglielmo : 18/4/1291 il Patriarca Raimondo gli concede la gastaldia di Caneva e la podestaria di Sacile - 30/12/1295 gastaldo di Attimis, MI, Pavona, ab a UD + 1297 è Capitano a Gemona [A1]

Claudino : 13/4/1296 il Patriarca lo conferma canonico di Cividale [A1]

Gualino : 29/4/1297 riceve dal Patriarca Raimondo la gastaldia di Mossa per 1 anno [A1]

Montino : 1297 familiare del Patriarca [A1]

Rinaldo : 7/2/1318 Vicario e tesoriere del Patriarca, e' ad Avignone, viene delegato dal Patriarca Gastone a esaminare liti su elezioni canonici [A. Marsich - regesto pergamene ..A.T vol. VI ] - 13/11/1331 UD: rinuncia alla carica di tesoriere del Patriarcato [A1]

Giacomino q. Gabrio detto Plato di MI : 11/4/1329 Marano, fa testamento e lascia i beni al parente Almerico q. Rogerio della Torre [A1]

Giacomino q. Maffeo - 19/2/1332 diatriba con i Villalta per 5 mansi ad Aviano [A1]

Giovannolo : 19/3/1332 gastaldo di Soffumbego[A1]

Francesco e Carlevario : 20/9/1329 UD: eleggono proc. per affittare le loro case a PD [A1]

Carlevario : 1331 Capitano per il Patriarca a Sclavina (c/o Adelsberg) [Cusin F. - il conf. orientale …]

Ambrogio : 24/10/1360 è tesoriere del Patriarca Lodovico [A1]

Corado detto Mosca fili Napoleone: 1277 marchese d’Istria [Archeografo Triestino -v.2°-1870/1] - Mosca- 1293 Podestà Trieste [A. Tamaro- Archeografo Triestino -v. 15°-1929/30] - 4/7/1293 Podestà Trieste [A1] - Mosca- 1297 Marchese d’Istria [Codice dipl. istr,]

della Torre Alamannino : 7/9/1291 Capitano a Gemona [atti della cancelleria dei patriarchi di Aquileia – deputazione storia patria per il Friuli- UD 1983]

Pagano : 29/8/1295 decano di Aquileia [A1] + Pagano fili Paganino ; 1292/3 marchese d’Istria [A.T - v.2°-1870/1] - Pagano - 28/4/1297 riceve dal Patriarca la podesteria di Aquileia e la gastaldia di Aiello per 42 marche [A1] + 30/3/1302 vescovo di PD {Scussa V. -Storia di Trieste} + Pagano- 18/3/1322 Patriarca di Aquileia [atti originali - 12D 9/13] + 29/12/1330 Patriarca, contestazione del vescovo di Trieste ad una sua sentenza [V. 1]

Filippo e Castono - 3/9/1295 canonici di Aquileia [Minotto-Acta et diplomata-v. 2°] + Filippino : 26/6/1296 è gastaldo a Cividale [A1]

della Torre, Henrico- 11/12/1296 Podestà Trieste [atto originale - 5H1/24] - 10/10/1299 (Kandler) + Herecho- 8/2/1297 Podestà Trieste [urbario ss. Martiri- M.L. Iona]

Filippone : 29/5/1315 Cividale : eletto dal capitolo proc. per riscuotere da Venezia i diritti sull’Istria [A1]

Castono - 1317 Patriarca di Aquileia ma muore lo stesso anno {Scussa V. -Storia di Trieste}

Raimondo- g. 1319 Podestà a Trieste [Statuti 1318?-addizioni]

Francesco- 1319 e 1326 Marchese d’Istria [Codice dipl. istr.] - 1319/29 [A.T -v.2°-1870/1] - 8/2/1328 marchese dell’Istria [A1]- Francesco- 2/4/1360 Podestà Trieste [2B-Cancelleria 7°]- 12/4/1361 Podestà Trieste [2b-Cancelleria 7°]

Napino fili Mosca : 23/10/1295 è a UD - 13/4/1296 il Patriarca lo conferma canonico di Cividale [A1]

Napino - 4/5/1326 - Podestà a Trieste [V. 7]-2/9 [V. 7]-1327-4/5- Podestà Trieste; Napinus de la Torre [V. 7]-2/9 [V. 3]- ha figli : Paganini - Castoni detto Pancera - Muschini

Pietro - 20/8/1322 teste [V. 1]

Febo- 4/7/1326 Podestà a Trieste [V. 3]- 1327 - 4/1- Podestà a Trieste Phebo della Torre [V. 3] + 21/12/1327 Podestà a Trieste[V. 5]- g. 1328 [Statuti 1318?-addizioni ] -6/1 (de Mediolani) [V. 2° - 4°] - 4/2 [V. 2° - 4°]- 5/2 [V. 3]-penso trattasi dello stesso Napino

Ermagora- 1330 Marchese d’Istria [Codice dipl. istr. - A.T -v.2°-1870/1]

Panciera q. Napino- 10/8/1332 il Patriarca gli accorda rappresaglia contro i fiorentini per stipendi non pagati a suo padre [A1] - Castoni- detto Pançera- de MI-fili q. Napini- 18/11/1333 con fratelli Muschini e Paganini, credito? verso Virgilio Belli di Trieste per libbre 1140 [V. 10] + 1334 vanta credito [V. 9] + 1336 - 6/2- Podestà a Trieste; Castono detto Panzera della Torre de MI fili q. Napini [V. 13] + 25/8- Podestà a Trieste; Castono detto Panzera della Torre de MI fili q. Napini [V. 13] + 1346/3° era Podestà a Muggia [L/C] + Castone detto Pancera- 1361 Capitano a Gemona [A1] - 2/10/1362 ha la Muda di Monfalcone + Pancera- 1364/2° è a Trieste assieme a Leone come ambasciatore del Patriarca [L/C]

Caterina  moglie di Muschini de MI - 23/7/1334 credito [V. 10] + ab. Utini- 23/8/1336 [V. 13] + fù moglie, 1/5/1345 [V. 15]

Muschini-de MI- 20/4/1345 ab. UD [V. 15]

Niculino fili Muschini - 1/5/1345 credito, stima di vigne [V. 15]

Lodovico : 7/5/1332 il Patriarca lo nomina proc. al Papa Giovanni per liberarlo dalla scomunica [A1] + Lodoyci- 26/6/1347 vescovo a Trieste {Scussa V. -Storia di Trieste} + 24/8/1348 vescovo a Trieste [V. 17] -1347/9 vescovo a Trieste [atti orginali - 3440] + Lodovico 1° - 30/7/1358 Patr. di Aquileia {Scussa V. -Storia di TS} + 1359 - Patriarca; Lodovico della Torre [Valvasone J.-Successi della Patria del Friuli, 1857] + Lodovico- 27/1/1360 Patriarca di Aquileia [atti originali - 12D 9/12]

Castelino- 24/8/1348 canonico [V. 17] + Castellino- 2/6/1367 era ad Aquileia come Vicario del vescovo di Trieste Antonio [A.T -vol 7°-1880/1-Marsich]

de la Torre, Flebuxini- 20/11/1348 credito [V. 16] - 6/9/1362 riceve dal frat.llo Patriarca, a ricompensa di un prestito di 3000 f. oro, il Capitanato di Cadore per 4 anni [A1]

Bartolomeo - 1360 Gastaldo di Manzano [G.R. Carli]

Matteo- 20/6/1361 frate, viene eletto abate della Beligna [A1]

de la Ture, Leone- 1364/2° è a Trieste con Pancera, come ambasciatore del Patriarca [L/C]

Franceschina - 25/1/1382 abadessa nel monastero Maiori s.ta Maria de Aquilegia [V. 26]

Johanne - 25/1/1382 teste [V. 26] + 11/2/1433 teste [2B.Cancelleria 11]

de la Torre, Febo e Gotfredo- 18/8/1382? dichiarazione vd. [A.T. -v.17°-1891-Joppi]

Adalgerio-de Ceneta- 8/2/1382 Vicario civile a Trieste [V. 27] - il 21/5 appare come Vicecapitano di Trieste [V. 26] - il 23/5 ancora Vicario fù vicecapitano [2B- Cancelleria 9°] + 24/7/1383 Vicecapitano [V. 26]

de La Torre, Nicolo- 22/7/1403 è gastaldo della Carnia [A1] + de Pirano-17/3/1407 notaio [V. 28]

Antonio (dela Ture) de Vençono- 1437 [V. 34]

Ermanno - 1442 viene mandato da Federico 3° a difendere Lubiana [Cusin F.]

FEBO- 7/8/1447 testimone alla consegna di possessioni dell’episcopato [alfa DD2-Cancelleria 17°] - de la Thuri, Phebo-6/12/1451 presente in domo com. a Gorizia [V. 42] + Phebo (a Ture) junior- 5/9/1477 era Capitano a Raiffimberg [V. 39] + 22/3/1482 Capitano a Rayffinber - [V. 40] + lugl. 1499 - Zuan Febo della Torre Capitano a Fiume [B1]www.triestestoria

de la Thuri, Mathia q. Rizardo- 6/12/1451 presente in domo com. a Gorizia [V. 42]

Nicolo -de UD- 22/4/1472 vd crediti del triestino Domenico Burlo [V. 39]

Valentino q. Bertolomeo - plebano e notaio [2B-Cancelleria 12°]

Zuane- 1495/1° manda messo a Trieste [L/C] -Zuan Febo?

Ochia- 7/8/1499 Capitano di una nave della flotta che attacca i turchi [B1]

Zorzi de la Torre - 22/8/1499 -è andato in Ungheria per allenanza contro Venezia ... [B1] - 1509/3° era a Pisino [L/C] + Giorgio- 1570/3° era Capitano a Gorizia [L/C]

Pietro- 22/8/1499 cittadino di Cividale [B1]

Marco- ag. 1499 Oratore di VR a Venezia [B1]

Alvixe - 26/8/1499 da UD và a Venezia come Oratore [B1]

Francesco- 23/3/1500 cassiere della fam. veneziana dei Pixani [B1]

Lucio-di VR- 17/8/1500 dott. a PD [B1]

fra Lovico- de VR - 13/1/1501 porta lettera a Venezia del Papa [B1]

monsignor de la Torre - 23/5/1500 francese del mn. s. Domenico (BG), ha privilegi di un castello detto Turbigo che fù della fam. [B1]

Nicolo- 16/4/1526 Capitano a Gradisca [V. 55] + 29/1/1528 Capitano a Gradisca [B1]  >>>

www.triestestoria

Michele di UD- 1542? Fatto vescovo di Ceneda dal Papa [Pietro Giustiniano-Historie Venetiane-1671]

trieste torrianide la Torre, Antonio- 15/11/1486 Vicecapitano di Trieste [B/M v. 18] + 14/4/1558 - Vienna : l’Imp. Ferdinando avvisa la città di aver eletto Capitano il barone Antonio della Torre al posto del Hoyos, comanda che i Giudici lo riconoscano e gli paghino 700 duc. anno come salario [Codice A. A. Piccardi 1743]  -bar. Antonio a Turre et Cruce- 24/10/1564 Mariscalco Comitato di Gorizia e Capitano di Trieste [Liber Consiliorum 9] [B/M v. 25 - Arenghi p. 1] - 22/10/1559 Capitano di Trieste [doc. a 56a - mn. s. Cipriano- Fondazione Scaramangà]

a Turre, Vito- 29/9/1523 Commissario dell’arciduca Ferdinando d’Austria è a Trieste [V. 55]

della Tore, Ambrosio- 1586/3° il comune di Trieste gli fa un presente (omaggio) [L/C]

conte Raimondo di Torre-Valvassina- 1587 il comune di Trieste intenta causa, contro di lui e i sudditi Duino(1) [L/C] + 1588/1° giunge a Trieste di notte [L/C] + 18/8/1590 era Capitano a Duino, riceve lettera dalla badessa di s. Cipriano di Trieste, Cipriana de Bonomo [doc. a 56a - mn. s. Cipriano- Fondazione Scaramangà]

1 - NB : l'Hoffer, capitano di Duino e personaggio che crea problemi a Trieste, e ricercato dalla corte di Vienna per omicidio, era sposato con una dei della Torre

immagine : simbolo dei Torriani nel castello di san Giusto

conte Filippo- 1647/9 propietario di terreni nel territorio di Trieste [perticazioni beta A 22]

Francesco- 30/3/1618 - Trieste prepara pagliericci per i suoi soldati [L/C] - 24/9/1650 Capitano a Duino, protesta con Trieste per un incendio durato 2 gg di un bosco a Repen, e accusa i sudditi di Opicina [beta A17-beni del Comune-p.71] - 14/8/1668 [V. 97] + Ulderico - 17/3/1670 Capitano a Gradisca [beta A7 - C/P - Hortis 2E] + Francesco Ulderico - muore nel 1695 a Vienna, era ambasciatore per l’Imp.re a Venezia, caldeggiò Trieste per gli interessi mercantili d’Austria, diede 1000 f. per l’erezione del nuovo palazzo com. di Trieste, la città grata gli colloca nel palazzo una lapide [Scussa V. -annali Kandler]

della Torre-Papaita, conte Carlo- 24/4/1666 Capitano di Trieste, in dicembre spostato a Gorizia [Jenner - Scussa]

Eleonora-  26/6/1669 suora in mn. della Cella di Trieste [doc. a 111 del mn. s. Bendetto- Fondazione Scaramangà] + 2/1/1672 abadessa del monastero della Cella di Trieste [V. 98]-   - 1702 muore a Sagrado nel palazzo del fratello dove tutte le suore si erano rifugiate da Trieste sotto assedio, viene sepolta a Duino - 1705 il suo corpo trasportato a Trieste nella tomba delle monache [Scussa V. -annali Kandler]

conte Turrismondo- 5/12/1678 testimone di atto notarile fatto a Gorianscha [V. 99]

Leopoldo - 14/11/1691 era pievano a Cossana [V. 98]

della Torre, Mattia- 1713 appoggia la fondazione del Seminario dei Gesuiti a Trieste [Scussa V. -www.triestestoriaannali Kandler]

TORRE, Maria Dalimonda- 1728? vanta un credito {Archivio Dipl. 7F10}

della Torre, Francesco- 18/7/1735 ab Trieste con fam. [2D 32 anagrafe-12]

di Torre e Valvassina contessa Antonia- nata baronessa Guretzky e Kornitz- 1790 iscritta tra le dame dell'ordine della Croce stellata di Corte [ALM]

de Thurn e Valvassina, contessa Polissena - nata Brigido- 1790 iscritta tra le dame dell'ordine della Croce stellata di Corte [ALM] - Thurn, contessa Polissena - nel giugno 1847 possiede a Trieste case n° 495-496 e 497 in v. della vecchia pescheria e casa 506 in piazzetta e via pozzo del mare, inoltre case 576 e 577 v. del Casino di Sanita', casa n° 766 in v. Nuova, casa n° 1172 in androna del moro-della scorzeria e casa 1487 in androna del moro [guida topografica di Trieste-tip. Weis]

della Torre e Taxis, principe Carlo Alessandro- dal 1798 cav. Al Toson d'oro [ALM]

Thurn-Valvassina, conte Giovanni- dal 1798 Ciambellano di Corte (forse stesso sotto) [ALM]

de Thurn, conte Giov. Battista- 1809 membro del Consiglio di Trieste [Kandler-st. del Consiglio] - 26/8/1835 - Thurn Hoffer Valvassina, Giovanbattista - cavaliere Gerosolimitano, croce d'argento per meriti civili, Ciambellano di S. M . Consigliere di Governo e Delegato prov. di VE testimone bendizione del nuovo altare s. Marco e posa reliquia (VE)[annali urbani di Venezia dall'anno 810 al 12/5/1797 - F. Mutinelli-1841]

de Thurn, conte Raimondo - 1802 Ciambellano di Corte [ALM]- 1809 membro del Consiglio di Trieste e della Quarantia [Kandler-st. del Consiglio] - Commissario aulico- muore 1/6/1817 a 69 anni [de Brodman Giuseppe-1821- memorie politico-economiche della città di Trieste ….]

della Torre e Taxis, principe Massimiliano- 1804 Ciambellano di Corte - 1821 cav. Ordine bavaro di s. Umberto, gran croce Ordine granducale toscano di s Giuseppe, generale magg. fuori attività a Praga [ALM]

Thurn, conte Antonio- 1806 Ciambellano di Corte [ALM]

de Thurn, conte Giorgio- 1821 maggiore, cav. Piccola croce Ord. Imp. Austriaco Ordine Leopoldo, Ciambellano attuale - console generale per il Wurtemberg [ALM]

de Thurn,  conte Francesco- 1821 Ciambellano di Corte, decorato medaglia civile d'onore d'argento [ALM] - 12/2/1823 muore a 46 anni in contrada Piazza Grande a Trieste [ 21D 3/22 - atti morte personaggi illustri]

della Torre, nob. Michele – 1836 canonico a Cividale [almanacco per le provincie soggette al I.R. governo di VE per l'anno 1836]

di Torre Valvassina e Taxis, contessa Crescenzia 1843 membro dell'istituto nobile per le damigelle in Insbruk [Almanacco Imperiale Reale della Lombardia per l’anno 1843]

della Torre-Hohenlohe, contessa Teresa- proprietaria dei fondi ssu cui nel 1892 nasce l'ippodromo di Montebello a Trieste

von Thurn und Taxis, principe Friedrich - 1887 capitano del Steierisch Karnthner Krainerisches Draconen-Regiment, di stanza a Marburg

Nel cimitero del paese di Grozzana, sul Carso triestino, è sepolto un appartenente alla nobile famiglia (da lapide cimiteriale- vd. immagine sotto)

I della Torre si imparentano con i Tasso e accomunano i due cognomi, che nella forma tedesca diventano Thurn und Taxis, l'immagine a lato proviene dal castello di Duino ed e' il simbolo araldico delle due famiglie

 

www.triestestoria

trieste torriani 


lastra tombale del conte Cristoforo Mamuca della Torre, sul pavimento della cattedrale di s. Giusto

www.triestestoria
cimitero di Grozzana - tomba di Ansegisildo della Torre
conte di Valvassina

 

 

BACK famiglie T >>